Quartiere Monte

Colori: Giallo listato di nero.
Araldica: l'Aquila nera ad ali spiegate e coronata caricata sul petto da Uno scudo Coronato di colore. giallo, all'interno del Quale Sono rappresentate le Armi della Città di Piazza Armerina
Motto: Mater Domi ne Dirige Nos
Santi Patroni: Maria SS. Delle Vittorie, San Martino.

La Storia

Il Nobile Quartiere Monte Sorge nell'estremità occidentale del Colle Mira, Il Quartiere nasce con la Nascita della Città, ovvero con la Ricostruzione della Città di Platia, distrutta Nel 1161 dal Re normanno Guglielmo I °, il Malo.
La città subi la ritorsione del Re, per Avere accolto i capi della Rivolta Baronale, Ruggero Sclavo con ALTRI autorevoli baroni e Un gran Numero di Soldati Che al Loro Seguito SI erano Rifugiati Nel Castello normanno di Platia, credendo di sottrarsi alla rappresaglia del Re.
Il re implacabile per I fatti Successi a Palermo, e per punire i nobili normanni Piazzesi per Avere partecipato alle successive Azioni di guerriglia Contro le popolazioni saracene sparse nia casali limitrofi, mise a ferro e fuoco la Città.
Nel 1163, lo Stesso re Guglielmo, Dava L'Ordine di riedificare la Città sul colle Mira, Oggi Detto Monte, "dell'istesse pietre e Materiali della distrutta Platia, acciocché non SI dicesse Essere UN'ALTRA, ma l'io stessa Risorta".
Il Re in persona, venendo per la posa della prima pietra, Ne approvò l'Impianto urbano, la cui topografia e Il classico Esempio dell'insediamento di matrice normanna, Che appare Ancora Oggi Come una vera e propria di Roccaforte, vieni Città militare, la cui Struttura un "Lisca di pesce" col Suo decumano (Oggi via Monte), Nel Quale confluiscono da Destra e da Sinistra Varie le Strade, TUTTE parallele TRA Loro.
La prima chiesa edificata Nella Nuova Città fu Dedicata a San Martino, santo caro ai Re e patrono delle milizie normanne.
Il toponimo Colle "Mira", potrebbe Avere avuto origine Dalla Presenza di ONU antica chiesa o cappella DEDICATA in epoca bizantina a San Nicola, Vescovo di Mira.
E 'Certo Che DOPO la fondazione della Città o la predetta chiesa Venne ingrandita oppure i Piazzesi ne costruirono Una Nuova . Che tuttora officiata E
Lo Stemma Araldico di cui SI fregia il Nobile Quartiere Monte, E rappresentato dall'effige dell'Aquila Nera, Ebbe vita dall'appartenenza ad Una Famiglia nobile del Quartiere, i Trigona; sebbene lo stemma adottato ettari Subito Variazioni, infatti all'interno dello scudo non compaiono Più la stella cometa ed il triangolo, ma lo stemma araldico della Città di Piazza Armerina.
Il motto del Nobile Quartiere Monte E Il seguente: "Mater Domini Dirige Nos" Che significa "Madre di Nostro Signore Guidaci."
Il titolo di "Nobile" E UN epiteto da Semper Riconosciuto Dai restanti quartieri, in QUANDO avevano le Loro dimore le Maggiori Famiglie della nobiltà Cittadina.
Il quartiere Monte E Il Cuore Spirituale della Città, poiche racchiude Nel Suo Territorio la Basilica Cattedrale Dedicata a Maria SS. delle Vittorie, numerose Chiese Quali: l'antica Chiesa Madre di San Martino, la Basilica Collegiata del SS. Crocifisso, la Chiesa di San Nicola, volgarmente Detta "Madonna Dalla Catena", la Chiesa degli Angeli Custodi, e inoltre la Chiesa della Madonna della Neve, Che appartiene Oggi alle Suore della Sacra Famiglia, mentre le seguenti Chiese Sono stato sedimenti di Comunità Religiose .: Sant'Ignazio di Loyola, San Francesco d'Assisi, Sant'Anna
Numerosi Ed Important palazzi nobiliari caratterizzano l'Aspetto monumentale del Quartiere, limitandoci a citare i Maggiori: palazzo Trigona della Floresta; l'ex Palazzo Vescovile, Sede del Museo Diocesano; Palazzo Trigona di Sant'Elia; Palazzo Trigona di Geraci; Palazzo Trigona di Roccabianca; Palazzo Trigona di Mandrascate; palazzo Velardita; Palazzo Iaci di Feudonovo; l'ex Palazzo della Corte Capitanale; Palazzo di Città, Sede del Consiglio Comunale, GIA Sede del Senato Cittadino; Il Palazzo ottocentesco attualmente Sede dell'Università.
Inoltre Merita di Essere ricordato l'Attuale caseggiato di via Crocifisso, (GIA Strada Maestra) al civico 25, colomba re Federico III d'Aragona nell'ottobre del 1296 vi ConVoco il parlamento siciliano per decidere la guerra Contro il fratello Giacomo d'Aragona, e colomba furono approvati i cosiddetti "Capitoli" o "consuetudini di Piazza", Secondo i Quali il parlamento diveniva organo costituzionale di Governo, veniva soppiantato l'Elemento da feudale di Quello municipale, l'Aristocrazia Dalla Democrazia.
Il Quartiere Nella altera parte occidentale Più alta del colle Mira E Dominato Dalla Basilica Cattedrale con il Che la SUA mole seicentesca domina l'Intero Abitato.
Costruita su Una precedente chiesa Dedicata a Santa Maria Maggiore, una tre navate di stile arabo-siculo del XIII Secolo non rimane Più nulla, Tranne la maestosa torre campanaria e il battistero Posto sul Fianco interno della stessa torre, GIA arco della cappella Trigona.
La Parte Meridionale del colle Mira "Monte" E invece Dominato dal Castello Aragonese, Fatto Costruire da Re Martino I ° di tra il 1392 e il 1396 Durante i Suoi numerosi, soggiorni nella Città.
benchè risalga alla multa del XIV Secolo, per la SUA Concezione costruttiva SI 'identificazione fra i Castelli Federiciani nell'impianto planimetrico, Nella regolarità delle volumetrie, Nelle Grandi Superfici Senza Apertura.
Detto castello Venne costruito trasformando ONU antico cenobio dei Francescani Conventuali ai di Quali Dato fu in Cambio delle Nazioni Unite preesistente castello normanno, sito sull'estremità orientale del colle Mira, non ritenuto Più Adatto alla Difesa e del Quale nulla Più sopravvive.
Il territorio del Nobile Quartiere Monte E, per secolare Tradizione di Quello delineato con la Costruzione dell'Antica Città, arroccato sul colle Mira, delimita i propri confini da piazza Garibaldi (Palazzo di Città), Lungo via Cavour; da Porta Catalana, via Costa Vallone di Riso, Lungo via Stradonello per CHIUDERE ad anello Nella Piazza Garibaldi.
Il Quartiere SI estende inoltre, per antica consuetudine also fuori le pendici del colle Mira, comprendendo Proprio Nel Territorio Le Contrade prospicienti di pianoforte Cannata e pianoforte Marino.
La festa del santo patrono: San Martino SI festeggia l'11 novembre.

Memory: 0.75 mb, MySQL: 0.0005 s, 0 request(s), PHP: 0.0055 s, total: 0.0060 s, document retrieved from cache.